Dermabase.it
OncoDermatologia
Melanome 2018
Melanome

Vitiligine: efficacia del trapianto di una combinazione di sospensione cellulare dermica ed epidermica non-colturale versus sospensione cellulare epidermica da sola


Gli interventi chirurgici, in particolare il trapianto della sospensione di cellule epidermiche non-colturali ( NCES ), rappresentano la linea successiva di trattamento nei pazienti con vitiligine che non rispondono alla terapia medica.
Il trapianto della sospensione di cellule epidermiche non-colturali viene solitamente eseguito in pazienti con vitiligine con durata della stabilità clinica di 12 mesi o più, poiché la stabilità clinica è un parametro fondamentale nel determinare l'esito del trapianto.

In uno studio pilota, è stata valutata l'efficacia di una nuova combinazione di sospensione cellulare epidermica non-colturale e sospensione dermica non-colturale ( NCES e NDCS ) nei pazienti con vitiligine con stabilità della malattia più breve ( 3-6 mesi ).

È stata confrontata l'efficacia del trapianto di NCES e NDCS rispetto al solo NCES nei pazienti con vitiligine con stabilità di malattia di 3-6 mesi in uno studio clinico randomizzato in un Centro singolo comprendente 40 pazienti con vitiligine focale, segmentaria o generalizzata con stabilità di malattia di 3-6 mesi o più di 12 mesi.

Sulla base della stabilità di malattia, sono stati reclutati 2 gruppi con 20 pazienti ciascuno ( stabilità di malattia nel gruppo 1, da 3 a 6 mesi; stabilità di malattia nel gruppo 2, oltre 12 mesi ).
Ogni gruppo è stato ulteriormente randomizzato in 2 sottogruppi, A e B.
I pazienti dei sottogruppi 1A e 2A sono stati sottoposti solamente a NCES, mentre i pazienti dei sottogruppi 1B e 2B sono stati sottoposti a NCES e NDCS.

Gli esiti principali erano l’estensione della ripigmentazione, la corrispondenza dei colori e il pattern di ripigmentazione a 24 settimane.
Tra i 40 partecipanti allo studio, l'età media era di 24.9 anni, e 24 ( 60% ) erano donne; nel gruppo 1 con stabilità di malattia di 3-6 mesi, è stata osservata più del 75% di ripigmentazione a 24 settimane in tutti e 10 i pazienti nel sottogruppo 1B ( NCES e NDCS ) rispetto a 3 su 10 pazienti nel sottogruppo 1A ( NCES ) ( 100% vs 30%, P=0.003 ).

Nel gruppo 2 ( stabilità di malattia superiore a 12 mesi ), lo stesso è stato osservato in 6 su 10 pazienti nel sottogruppo 2A e in 7 su 10 pazienti nel sottogruppo 2B ( NCES ) ( 60% vs 70%, P maggiore di 0.99 ).

I due gruppi e sottogruppi non hanno mostrato differenze significative rispetto alla corrispondenza dei colori e al pattern di ripigmentazione.

In conclusione, la combinazione di NCES e NDCS ha portato a una risposta eccellente nei pazienti con vitiligine con durata clinica più breve rispetto a NCES da sola.
Questa combinazione può essere utilizzata all'inizio della vitiligine stabile senza attendere un periodo di 12 mesi o più dall'ultima attività clinica. ( Xagena2019 )

Thakur V et al, JAMA Dermatol 2019; 155: 204-210

Dermo2019



Indietro