Dermabase.it
Melanome 2018
OncoDermatologia
Melanome

DRM01, un inibitore del sebo, riduce le lesioni prodotte dall'acne


Un inibitore del sebo per uso topico ha raggiunto gli endpoint primari in uno studio di fase IIa, riducendo significativamente le lesioni infiammatorie e non-infiammatorie nei pazienti con acne vulgaris con coinvolgimento facciale.

Lo studio ha dimostrato che il farmaco sperimentale DRM01è ben tollerato e ha mostrato di essere efficace nel trattamento dell’acne vulgaris con interessamento del volto.

Il farmaco DRM01 inibisce la produzione di sebo competendo con il coenzima A carbossilasi, che ha un ruolo nella sintesi degli acidi grassi.
Il farmaco ha dimostrato un significativo impatto sui triacilgliceroli, che sono considerati la componente più importante del sebo nell’acne vulgaris.

Un totale di 108 pazienti con acne del viso in forma moderata-grave sono stati assegnati in modo casuale a DRM01 7.5% o a gel veicolo, per 12 settimane di trattamento due volte al giorno.
In media, i pazienti avevano 29 lesioni infiammatorie e 40 lesioni non-infiammatorie al basale; le donne rappresentavano circa i due terzi dei partecipanti.

Alla 12.a settimana, il gruppo DRM01 ha presentato una riduzione media del 63.9% delle lesioni infiammatorie, contro il 45.9% del gruppo di controllo ( veicolo ) ( P inferiore a 0.001 ).

Il gruppo DRM01 ha mostrato anche una riduzione del 48.1% nelle lesioni non-infiammatorie, rispetto al 28.8% nel gruppo di controllo ( P=0.003 ).
Inoltre, il 24.5% dei pazienti che avevano ricevuto DRM01 è andata incontro a un miglioramento di almeno due gradi di punteggio nella valutazione globale dello sperimentatore, contro il 7.3% del gruppo di controllo ( P=0.007 ).

La maggior parte degli eventi avversi è stata lieve o moderata, e hanno interessato proporzioni simili di pazienti in ciascun gruppo.
Più del 5% dei pazienti in entrambi i gruppi ha sperimentato secchezza, bruciore e dolore pungente al sito di applicazione, ma solo i pazienti nel gruppo di trattamento hanno mostrato eritema al sito di applicazione.
La nasofaringite ha interessato il 24.5% dei pazienti trattati con DRM01 e il 12.7% di quelli trattati con il veicolo, ma questo effetto non è stato considerato correlato al trattamento.

Non è noto il meccanismo mediante il quale DRM01 è in grado di ridurre l'infiammazione.

Lo studio non è stata in grado di dimostrare che DRM01 riduca significativamente la produzione di sebo rispetto al gel veicolo. ( Xagena2015 )

Fonte: American Academy of Dermatology ( AAD ) Meeting, 2015

Dermo2015 Farma2015


Indietro